skip to Main Content

Revisione impianti a Gas, Gpl e Metano

Revisione impianti a Gas e GPL

SOSTITUZIONE DECENNALE DEL SERBATOIO GPL

Dopo dieci anni di vita il serbatoio dell’impianto Gpl ha l’obbligo di sostituzione con uno nuovo di uguali
caratteristiche, dimensioni e capacità. Nel caso di auto bifuel d’origine i dieci anni di vita vengono calcolati a
partire dalla data di immatricolazione dell’auto, mentre per le installazioni aftermarket viene considerata la
data di collaudo della Motorizzazione.

La nostra Autofficina BRC Gas Service è autorizzata dalla Motorizzazione Civile di Palermo all’installazione e
collaudo in officina del nuovo serbatoio compreso l’aggiornamento della Carta di Circolazione per offrire
un servizio qualificato rispettando le direttive del Ministero dei Trasporti.

Nel caso di installazioni in aftermarket viene aggiornata la stessa Carta di  Circolazione, mentre nel caso di auto bifuel d’origine viene ristampato una nuova Carta di Circolazione con i dati aggiornati del nuovo serbatoio (collaudo ART78). Ci occupiamo di ogni aspetto dell’operazione in sede: installazione, collaudo MCTC in officina ed aggiornamento della Carta di Circolazione, offrendo promozioni e soluzioni adatte ad ogni tipo di
autovettura.

Revisione delle bombole a Metano

Presso l’autofficina di Palermo Brc Tecnauto Doctorgas è possibile effettuare la revisione delle bombole a metano con il servizio “Stop & Go”.
Se possiedi un’auto a metano sai già che i serbatoi installati a bordo del tuo veicolo, sia esso nuovo di fabbrica o trasformato in aftermarket, sono soggetti a verifiche e collaudi con scadenza periodica.

A seconda del tipo di bombole installate, le suddette verifiche devono essere effettuate con le seguenti frequenze:
ogni 5 anni: bombole di Omologazione Nazionale (DGM), tipicamente installate sui veicoli trasformati in aftermarket.

L’autofficina di Palermo raccomanda di effettuare la revisione delle bombole entro i termini previsti. Si ricorda che:

  • non è possibile effettuare la revisione periodica del veicolo con le bombole scadute;
  • circolando con le bombole scadute è prevista una sanzione che va da 148 a 594 euro e il ritiro della carta di circolazione;
  • il gestore dell’impianto di rifornimento ha l’obbligo di verificare la data di scadenza delle bombole con il cartellino GFBM o l’adesivo sullo sportellino di rifornimento. Non si possono rifornire automobili con bombole scadute.
A revisione delle bombole eseguita, la Tecnauto rilascia il cartellino GFBM (Gestione Fondo Bombole Metano) adeguatamente compilato, volto a certificare l’effettiva revisione delle bombole e la successiva scadenza.
Contatta lo staff di Doctorgas per prenotare un appuntamento.
Back To Top